Claider

CLAIDER NEWS


4 Febbraio 2020 /
CONDIVIDI

Nuovi target. Cosa pensano, cosa si aspettano, cosa vogliono i Millennials.

Oggi i 18-34enni rappresentano una piccola percentuale del portafoglio clienti di un intermediario. Ma saranno la maggioranza nel prossimo futuro: sono pronte le assicurazioni a intercettare le esigenze dei disruptors? E… e come? Ecco chi sono e perché cambieranno il mercato.

I Millennials

Altri nomi: Generazione Y, nativi digitali, generazione iperconnessa, disruptors

Classe 1980-1994

Rappresentano il 17, 3% della popolazione

Sono nativi digitali

Key Technology: Smartphone

Caratteristiche: sono esperti tecnologici, collaborativi, sensibili al bene comune

Il loro timore: non guadagnare abbastanza per diventare autonomi

Sfatiamo un luogo comune, anzi due. Il primo: nonostante l’età, una buona parte dei Millennials possiede un’assicurazione. Oltre a auto o moto, la preferenza va alle polizze vita e casa.

Il secondo: hanno una buona opinione del mondo assicurativo.

Lo afferma la ricerca di BnP Paribas Cardif e Friendz su un campione di 1000 giovani tra i 18 e 35 anni. Il 15% possiede almeno una polizza, Vita (49%) e Casa (41%) sono le preferite, seguite da Oggetti (20%), Salute (13%) e Viaggi (5%).

Le differenze di genere: l’uomo è più focalizzato alla casa, le donne alla salute e alla tutela di oggetti. La polizza vita è prerogativa delle fasce più “adulte” (26-35 anni).

Sempre dalla stessa ricerca emerge che quasi sei giovani su dieci (56%) valutano l’esperienza con la propria assicurazione positiva, solo il 3% negativa.

 

I Millennials sono complessivamente soddisfatti delle loro assicurazioni. E i motivi di insoddisfazione?

Analizzare cosa non piace permette di focalizzare meglio cosa vogliono i giovani oggi. I motivi del “ni”:

– mancanza di chiarezza su cosa è incluso/escluso dalla polizza (per il 42%)

– difficoltà di comunicazione con l’assistenza (per il 24%)

– richiesta di risarcimento danni all’assicurazione lenta(6 su 10)

L’assicurazione dei sogni: conveniente, on line e on demand.

Come deve essere l’offerta assicurativa per incontrare il favore della generazione e fidelizzarla? Una volta comprese alcune sue caratteristiche è facile capirlo (il difficile è passare alla pratica).

Gatti e cani for ever. Per i pet è folle amore (forse perché suppliscono al desiderio di figli che latitano). Non è casuale che assicurazioni “pet” siano in costante diffusione.
Sì, viaggiare. I M. viaggiano parecchio, anche all’estero. La tendenza abitativa di conseguenza è quella della casa in affitto piuttosto che di proprietà.
La macchina non è più un un bene essenziale, sostituita volentieri da bici e carsharing.

Ed ecco quindi i fattori chiave per intercettarli.

Il prezzo- deve essere abbordabile e onnicomprensivo. I M. sono clienti esigenti con richieste di servizi, protezioni, coperture, preventivi veloci*

Le informazioni- più sono meglio è. I M. ‘vanno in profondità’

On-line-sempre. Comprano preferibilmente online, anche prodotti “complicati”

Giovane è affidabile- i M tendono a fidarsi di più di quelli come loro (brand giovani, start up)

On demand- Si lavora on demand, si apprezzano offerte on demand. Poco vincolanti e attivabili alla bisogna. La generazione è precaria, ma ci tiene alla sicurezza

Digital- per la generazione dello smartphone, via app tutto è meglio

I Millennials sono una generazione cruciale. Si sono trovati al centro di una rivoluzione tecnologica e l’hanno vissuta fin dall’inizio. Sono loro che attiveranno i cambiamenti di mindset delle aziende. A loro spetta trasformare il mondo assicurativo così come lo conosciamo. Anzi, lo stanno già facendo.
Digitalizzare i sinistri, dalla denuncia alla chiusura è l’obiettivo di Claider, con vantaggi per assicurati e operatori.

Passa al Digital Claim. È ora, è meglio.

*(secondo uno studio globale di Mulesoft, Salesforce riportato da Bloomberg, la maggior parte dei giovani tra 18 e 34 anni è pronta a concedere alle Compagnie libero accesso ai propri dati digitali. In cambio chiede la riduzione dei premi assicurativi e della personalizzazione del servizio).

Per un approfondimento: clicca qui

La redazione di Claider

 

 

Fonti: https://guru.marketing/marketing-assicurativo/assicurazioni-millennial/
https://www.insuranceup.it/it/business/customer-experience-che-cosa-pensano-i-millennial-delle-assicurazioni/

CONDIVIDI

Torna all'archivio news